un abito da cuoco provetto

L’abito non fa il monaco e meno che mai una toque blanche, il classico copricapo da chef, mostra il bravo cuoco, quello che fa la fortuna del ristorante.

Ma come in tante altre professioni, anche tra il personale di cucina l’abito aiuta a dare un’aria professionale ed in questo caso anche di cura della persona e dell’ igiene, cosa che aiuta ad infondere fiducia nel cliente .

Come deve essere una giacca da cuoco  ?

Quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere una perfetta divisa per chi lavora in cucina, alle prese con fornelli, liquidi bollenti, e strumenti taglienti ?

La cucina deve essere vista in primo luogo come un luogo di lavoro pericoloso e quindi le divise devono rispettare alcune norme di buon senso per evitare spiacevoli inconvenienti.

Quindi il tessuto deve essere almeno al 75% cotone, meglio ancora se interamente di cotone, tessuto traspirante e facile da lavare, resistente ai liquidi caldi, in quanto si impregna con  più lentezza rispetto ad altri tessuti e quindi in caso di involontari contatti con acqua calda da il tempo di togliere la giacca prima di venire ustionati.

Le divise da cuoco per tradizione hanno i bottoni tondi per lo stesso motivo, cioe veloci da sganciare per togliere la giacca velocemente , però adesso le clip vengono preferite per lo stesso motivo ed anche perchè non cìè rischio che si scucino cadendo inavvertitamente nelle pendtole o nei piatti di servizio.

Visto che l’ambiente di cucina è sempre molto caldo le giacche devono avere zone di tessuto traspirante in punti strategici, sotto l’asscella e sulla schiena, per eliminare il sudore .

La lunghezza della giacca è una preferenza personale, ma non deve essere troppo corta per proteggere il corpo il più possibile, anche se una giacca troppo lunga alla fine impedisce i liberi movimenti.

Gli chef amano personalizzare il colletto, con stemmi di cucina a cui si ispirano per le loro creazioni culinarie .

Il colore tradizionale è bianco, ma la moda adesso gira verso colori scuri, addirittura nero, ma non ci sono limitazioni al colore da scegliere, anche se si parla sempre di tinta unita.

La posizione delle tasche è un’altra considerazione molto pratica da fare . Come per tutti gli abiti tecnici, le tasche sono un punto di pericolo (motivo di aggancio per gli strumenti o sacche dove può raccogliersi notevole quantità di liquido caldo in caso di incidente ai fornelli) e meno ci sono meglio è, ma alcuni preferiscono averle e se ci devono essere meglio che il taglio di ingresso sia verticale o obliquo, piuttosto che orizzontale.

In questa divisa da cuoco presa dal sito joejob, specializzato in abbigliamento da lavoro, vediamo alcune delle caratteristiche di cui abbiamo parlato:

casacca da cuoco

Vediamo un abito molto sobrio, con i bottoni tondi nella classica doppia fila, un taschino alto e un’altro aspetto molto importante, le maniche corte. In genere le casacche sono a maniche corte come in foto o comunque con i polsini molto alti, sempre per motivi di sicurezza.

un abito da cuoco provetto ultima modifica: 2015-05-24T16:27:23+00:00 da Risparmiainrete

Hai qualcosa da aggiungere ?