Sostituire il mutuo ?

Non è sempre conveniente . Ecco perchè.

Il mutuo per la casa è un peso importante per il bilancio familiare. Il mio consiglio è di sceglierlo bene in fase di apertura, perchè poi cambiarlo con uno più conveniente è molto difficile.
Vi porto il mio esempio pratico. Mutuo a tasso fisso al 6,25% a 15 anni stipulato nel 2002. Rata semestrale di 2.697 euro. Quindi 449,50 mensili .
Guardando i tassi di ora sembrerebbe ovvio trovare un tasso più conveniente. Ma non è tutt’oro quel che luccica, e tantomeno il tasso la sola cosa che conta.

Intanto io sono quasi a metà del mio mutuo a tasso fisso e ormai la rata capitale è più alta della rata interessi. Di capitale mi restano da pagare circa 42.000 euro. E’ un mutuo prima casa quindi scarico parte degli interessi sul 730.
Facendo adesso la sostituzione del mutuo andrei inconto a diversi problemi. Sotto c’è il preventivo fatto con ContoArancio, ma poteva benissimo essere Mutui on line o chiunque altro.
Intanto a me restano 8 anni di mutuo, ma il minimo che rilasciano è 10 anni.
A me servirebbero 42.000 euro per chiudere il vecchio, ma il minimo da richiedere è 50.000 euro. Questo è molto importante perchè richiedendo un mutuo più alto del residuo del vecchio non potrei più portare in detrazione gli interessi.
Mutuo più lungo e importo più alto mi farebbero passare da una rata di € 449,50 ad una rata di 494,43 a tasso variabile, nonostante un tasso più basso di 2,75 punti percentuali e addirittura ad una rata di € 528,37 per il tasso fisso come ho adesso, nonostante un tasso di 1,33 punti percentuali in meno !

Sostituire il mutuo ? ultima modifica: 2009-01-21T15:50:43+00:00 da Risparmiainrete

Hai qualcosa da aggiungere ?