Posta

La comunicazione scritta è stata completamente rivoluzionata.

La vecchia e cara corrispondenza cartacea viene ogni giorno di più sostituita dall’email, mezzo semplice, veloce, economico ed immediato. L’email, che viene ampiamente utilizzata per corrispondenza personale, può essere tranquillamente utilizzata anche per comunicazioni formali.

Per esempio non ho mai avuto problemi a corrispondere con le compagnie telefoniche, con l’Enel, con il gestore acquedotto, con la compagnia assicuratrice, con il Comune.

Utilizzare l’email è semplice ed economico ed inoltre può raggiungere direttamente la persona interessata. Spesso sui siti istituzionali è indicato invece che un indirizzo email generico, l’indirizzo dell’ufficio o della persona preposta ad una certa funzione. E’ tutto più immediato e diretto.

Attraverso l’utilizzo della funzione “chiedi conferma di ricezione” si può avere la conferma che il messaggio sia giunto a destinazione. La funzione non è affidabile perchè può essere ignorata dal destinatario, ma se abbiamo a che fare con persone educate la ricevuta ci tornerà indietro.

Si parla molto di posta elettronica certificata (PEC). Adesso è obbligatoria per chi ha partita IVA, ed ha lo stesso valore di una raccomandata, ma si sta diffondendo anche tra i privati. ù

Molto spesso è l’azienda stessa che ci chiede di comunicare via email. Il risparmio che ottiene spesso viene rigirato a noi, per esempio non pagando più le spese per l’invio di fatture o dell’estratto conto bancario. Affidiamoci con fiducia all’email. Se proprio non dovesse avere riscontro potremo in seguito riscrivere con la posta ordinaria.

Ma anche l’invio della posta tradizionale può essere fatto tramite internet. Possiamo scrivere la nostra lettera al nostro pc e poi, dietro registrazione, incaricare la posta di stamparla, imbustarla e recapitarla per posta prioritaria o raccomandata. Costa qualche centesimo in più, ma evita di dover uscire di casa, andare a comprare buste e francobolli e preoccuparsi dell’invio. E la stessa lettera può essere inviata a 200 destinatari diversi. Il sito delle poste offre questo ed altre possibilità .

In alcuni casi possiamo fare a meno di inviare una raccomandata A/R e inviare una raccomandata semplice, e poi collegarci al sito delle poste e attraverso il servizio dovequando sapere se e quando è stata consegnata. Inoltre si può utilizzare il servizio telegrammi. Costa 80 centesimi in più, ma è molto più agevole che dettarlo al telefono all’operatore.

INFORMATEVI

Posta ultima modifica: 2015-04-06T15:21:26+00:00 da Risparmiainrete

Hai qualcosa da aggiungere ?