Calcolo ravvedimento operoso

Chi non ha potuto pagare delle tasse alla scadenza prevista (‘IMU, TASI o TARI per parlare solo delle imposte comunali) può sanare il ritardo utilizzando il Ravvedimento Operoso.

Il Ravvedimento operoso consente al contribuente di pagare l’imposta dovuta con una piccola sanzione, molto ridotta rispetto alla sanzione che comminerebbe l’Ente in fase di accertamento. Secondo i giorni di ritardo il contribuente potrà pagare sanzioni ridotte ed interessi sulla base del numero di giorni di ritardo.

Il ravvedimento operoso è disciplinato dall’Articolo 13 del decreto legislativo 472/97

Il ravvedimento operoso è utilizzabile solo se la violazione non sia stata già contestata e comunque non siano iniziate attività amministrative di accertamento delle quali il contribuente abbia avuto formale informativa.

Il Comma 637 della Legge di Stabilità 2015, ha rinnovato il ravvedimento prevedendo una riduzione della sanzione pari ad un nono del minimo per versamenti effettuati in ritardo dopo 30 giorni e fino a 90 giorni dalla scadenza. Dopo il 90° giorno si applica la sanzione pari al 3,75% già prevista dal Ravvedimento Lungo. le opzioni disponibili dal 1° gennaio 2015 per il ravvedimento operoso quindi sono le seguenti:

Termine temporale Sanzione Ambito applicativo
Nei primi 14 giorni dalla violazione 1/10 del minimo x 1/15 per giorno di ritardo (0,20% per giorno di ritardo) Tutti i tributi per violazioni sui versamenti
Dal 15° al 30° giorno dalla violazione 1/10 del minimo (3%) Tutti i tributi per violazioni sui versamenti
Fino a 90 giorni dalla violazione o dal termine di presentazione della dichiarazione 1/9 del minimo Tutti i tributi
Dal 91° giorno all`anno dalla violazione o entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all`anno in cui e’ stata commessa la violazione 1/8 del minimo Tutti i tributi
Oltre il termine di cui sopra ma entro 2 anni dalla violazione o entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all`anno successivo a quello in cui e’ stata commessa la violazione 1/7 del minimo Solo per i tributi amministrati dall`Agenzia delle Entrate
Oltre i 2 anni dalla violazione oppure oltre il termine di presentazione della dichiarazione relativa all`anno successivo a quello in cui e’ stata commessa la violazione 1/6 del minimo Solo per i tributi amministrati dall`Agenzia delle Entrate

Dal 1° gennaio 2015 in caso di ravvedimento operoso, il tasso legale da applicare è pari allo 0,5%; per ravvedimenti “a cavallo d`anno”, andrà adottato un il tasso di interesse sarà pari all`1%, fino al 31 dicembre 2014 e allo 0,5% dal 1° gennaio 2015 e fino al giorno del ravvedimento.

CALCOLO DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO

Si aprirà una finestra con gli importi calcolati per il ravvedimento operoso. Per completare il ravvedimento occorre fare il versamento, con modello F24 o secondo quanto previsto per il pagamento ordinario della tassa.

Calcolo ravvedimento operoso ultima modifica: 2015-11-16T20:59:44+00:00 da Risparmiainrete