Come rottamare la cartella Equitalia

Si è sentito molto parlare della possibilità prevista dalla Legge di Bilancio 2017 di ‘rottamare‘ le cartelle Equitalia, ossia la possibilità per i contribuenti di pagare in forma agevolata le cartelle esattoriali non ancora saldate evitando di pagare le sanzioni previste.

Equitalia ha messo a punto il modulo per aderire alla rottamazione e le istruzioni necessarie per compilare e presentare la domanda.

La rottamazione delle cartelle esattoriali (articolo 6 Dl 193/2013) prevede la possibilità di saldare le pendenze con il Fisco pagando in unica soluzione o da due a quattro cinque rate con uno sconto sulle sanzioni già caricate . La rottamazione è prevista per tutti i ruoli affidati ad Equitalia per la riscossione ed emessi tra il 2000 e il 2015.

I contribuenti che intendono aderire alla rottamazione hanno tempo fino al 23 gennaio 2017 per presentare istanza di definizione agevolata, via posta elettronica oppure presso le sedi Equitalia. Entro il 24 aprile 2017 Equitalia comunicherà gli importi dovuti e le modalità di pagamento. E’ anche possibile scegliere la domiciliazione sul conto corrente.

Il modulo predisposto contiene anche l’elenco delle caselle di posta elettronica a cui inviare la domanda, a seconda della regione di appartenenza (bisogna allegare copia del documento di identità)

Come presentare la domanda di rottamazione

rottamazione equitalia

La dichiarazione di adesione alla definizione agevolata può essere presentata dal contribuente:

  • presso gli Sportelli dell’Agente della riscossione utilizzando il modulo DA1;
  • alla casella e-mail/PEC della Direzione Regionale di Equitalia Servizi di riscossione di riferimento, inviando il modulo DA1, debitamente compilato in ogni sua parte, unitamente alla copia del documento di identità.

Il modulo DA1 è disponibile sia in versione PDF sul sito di Equitalia, sia presso gli sportelli fisici dell’ente di riscossione dislocati sul territorio.

Scarica il Modello DA1

Anche se non è particolarmente complicato Equitalia ha preparato anche un PDF di istruzioni per la compilazione, utile in particolar modo per identificare sulle cartelle il numero della cartella di pagamento  che si vuole rottamare, da riportare sul modulo.

Scarica le istruzioni per il Modello DA1

Su ogni modulo possono essere riportate fino a 12 cartelle esattoriali da rottamare, in totale od in parte.

Principalmente il modulo richiede di inserire:

  • i dati identificativi del contribuente;
  • l’indicazione delle cartelle per le quali si chiede la rottamazione;
  • richiesta di pagamento in un’unica soluzione oppure in quattro rate;
  • rinuncia alle eventuali liti in commissione tributaria relativi alle cartelle di cui si chiede la rottamazione.

Equitalia Servizi di riscossione comunicherà al contribuente entro il 24 aprile 2017 (180 giorni dopo la pubblicazione del DL sulla Gazzetta Ufficiale) l’ammontare complessivo delle somme dovute e gli invierà i bollettini di pagamento.

Se si saltano le rate, l’ente di riscossione richiederà il pagamento in un’unica soluzione inclusi sanzioni ed interessi. Salta la rottamazione, insomma, e si rischia di arrivate agli atti esecutivi estremi, come il pignoramento.

[aggiornato il 03/12/2016]

Come rottamare la cartella Equitalia ultima modifica: 2016-11-18T16:17:06+00:00 da Risparmiainrete

Hai qualcosa da aggiungere ?