Alternative alla ruota di scorta

Le stime riguardo la scomparsa dal bagagliaio delle ruote di scorta sono chiare, e vedono nel presente almeno una macchina su due uscire dalle fabbriche senza avere nel cofano quella quinta ruota, che può in caso di foratura salvare l’automobilista da un intervento del carro attrezzi, intervento oneroso sotto il punto di vista economico e lungo sotto quello temporale.

I motivi della scomparsa della ruota di scorta.

I motivi principali per la scomparsa della ruota di scorta dal bagagliaio sono principalmente due: da una parte la ricerca di un maggior profitto da parte delle case automobilistiche, che evitano di fornire un pneumatico aggiuntivo che come costo si aggira attorno ai duecento euro, dall’altro una maggior razionalizzazione dello spazio interno dell’auto che con la scomparsa della quinta ruota si presenta sicuramente più fruibile. In entrambi i casi la soluzione scelta dalle industrie automobilistiche porta alla sostituzione della ruota di scorta con attrezzature di emergenza, costituite o da kit di gonfiaggio (mini compressori alimentati a corrente unite a schiume sigillanti) o al ruotino di scorta. In entrambi i casi la scelta non sembra essere di gradimento degli utilizzatori, che spesso senza la quinta ruota rimangono ai margini delle strade, nell’impossibilità di muoversi.

Le alternative non rappresentano la soluzione.

Sempre le stime che appaiono sui giornali specializzati sono prodighe di cifre riguardo al fatto che non esiste un’ alternativa alla ruota di scorta. Il ruotino, l’alternativa più simile, non riesce infatti a garantire la prosecuzione del viaggio, il suo uso permette senza alcun dubbio l’arrivo in autonomia presso un gommista, ma l’intervento di un officina è comunque indispensabile. Ancora peggio va con i kit di gonfiaggio, quest’ultimi in caso di lacerazioni estese sono inservibili, in caso di semplice foratura risultano invece di difficile uso, cosa che di fatto lascia un automobilista su due appiedato.

gomma a terra

Il futuro.

Sulla spinta delle protesta degli automobilisti di tutto il mondo è prevedibile un ritorno nel prossimo futuro alla ruota di scorta. Essa infatti sempre più spesso viene di nuovo fornita, in alcuni casi come optional a pagamento, ma sono molte le dirigenze che stanno ripensando alle loro politiche relativamente all’attrezzatura di emergenza, da inserire nei bagagliai delle proprie vetture. Alla scelta contribuisce anche l’analisi del danno che i copertoni attuali presentano durante uno stop di emergenza, sempre meno spesso essi sono caratterizzate da una foratura, cosa che potrebbe permettere l’intervento del kit di gonfiaggio, stante problematiche che consegnano all’automobilista ruote lacerate, cosa che di fatto esclude l’utilizzo delle schiume sigillanti. In quest’ultimo caso l’unica alternativa è il ruotino, ruotino che però non è mai stato amato, soprattutto per il fatto che non permette l’utilizzo prolungato nel tempo e impone uno stile di guida diverso. A influire sul ritorno della ruota di scorta tradizionale vi è anche l’industria del pneumatico, una lobby che ha fiutato l’affare, spingendo sui produttori sull’onda del prevedibile guadagno, per ritornare alla vecchia, cara e tanto amata, quinta ruota.

Alternative alla ruota di scorta ultima modifica: 2017-10-17T19:15:35+00:00 da Risparmiainrete

Hai qualcosa da aggiungere ?