Allarme truffa: lettere dell’Agenzia delle Entrate contraffatte

Attenzione alle truffe in nome del Fisco.

A lanciare l’allarme è proprio l’Amministrazione fiscale su segnalazione di alcuni cittadini residenti nella Regione Lazio: sono stati numerosi, infatti, i destinatari di false lettere con richieste di chiarimento dovute a presunte verifiche fiscali relative alle dichiarazioni dei redditi.

Anche se la segnalazione partita dal canale ufficiale dell’Agenzia delle Entrate fa riferimento alle segnalazioni di alcuni cittadini residenti nel Lazio che hanno ricevuto una falsa lettera di richiesta di chiarimenti sulla base di presunti controlli automatizzati delle dichiarazioni e redditometro, l’allarme deve essere recepito su tutto il territorio nazionale.

Nella lettera ricevuta , che ricalca quelle ufficiali dell’Agenzia delle Entrate con il logo e la riproduzione della firma di un dirigente, si chiede ai contribuenti di regolarizzare la propria posizione versando una somma superiore a 4mila euro tramite conto corrente postale o bonifico bancario ad una società.

L’Agenzia precisa che non si tratta di comunicazioni ufficiali da parte dell’Amministrazione e ricorda che non chiede mai pagamenti tramite conto corrente postale o bonifico bancario, ma solo con l’utilizzo dei modelli di pagamento F23 o F24.

Invita, inoltre, a non dare seguito alle richieste della falsa lettera e invita i destinatari a denunciare il tentativo di truffa, rivolgendosi quanto prima a qualsiasi ufficio delle Entrate e alle forze di polizia.

falsa lettera dell'Agenzia delle Entrate . Spaventati dalla somma richiesta non si notano i piccoli particolari che dovrebbero segnalare la truffa

falsa lettera dell’Agenzia delle Entrate . Spaventati dalla somma richiesta non si notano i piccoli particolari che dovrebbero segnalare la truffa

Se siamo abituati a cestinare immediatamente email dal simile contenuto, catalogandole come spam, phishing, email con contenuto malware,  di fronte ad una lettera cartacea restiamo perlomeno dubbiosi .

Una lettera è un canale di comunicazione che ancora si sente più ufficiale rispetto alla posta elettronica. Quando leggiamo una email ormai abbiamo imparato a verificare il mittente, che può essere diverso da quello che vogliono farci credere.

Ma una lettera cartacea, con intestazione dell’Agenzia delle Entrate, e logo ufficiale, se ben fatta, può davvero trarre in inganno i contribuenti che non pensano che una truffa possa arrivare dalla posta tradizionale.

Allarme truffa: lettere dell’Agenzia delle Entrate contraffatte ultima modifica: 2016-09-09T19:20:38+00:00 da Risparmiainrete

Hai qualcosa da aggiungere ?