730 online, quello che funzionava veramente non c’è più

Quest’anno debutta in fretta e furia il 730 precompilato online, voluto dall’attuale Governo italiano.

Peccato che si tratti un un 730 incompleto, che non contempla detrazioni per le spese mediche, per i mutui casa o per il risparmio energetico .  Inoltre per scaricarlo si deve prima passare da una lunga registrazione all’Agenzia delle Entrate.

Speriamo che in futuro sia davvero più semplice fare la dichiarazione dei redditi, con un aiuto reale e concreto.

Finora però un 730 online già esisteva ed era quello di taxonline.it . Un software gratuito permetteva di compilare un modello 730 guidato e successivamente di mandarlo online ad un CAF centralizzato.

Per anni ho fatto il 730 così, senza spese e senza file ai CAF, ma quest’anno la riforma che ha creato il 730 inutile ed incompleto per tutti, ci ha invece privato di uno strumento  efficace e funzionale  per la dichiarazione dei redditi semplificata.

Infatti una newsletter di taxonline avverte tutti gli utenti che da quest’anno non si potrà più inviare via internet  il 730 precompilato, ma si dovrà consegnarlo stampato ad un CAF tradizionale.

CONSEGNA DELLA DOCUMENTAZIONE

Si comunica che la sede operativa di Senigallia (AN) non effettuerà più il servizio di controllo della documentazione 730, demandando tale attività ai centri CAF TFdC inclusi nella apposita lista succitata. Si ricorda pertanto che la documentazione relativa alle dichiarazioni 730 2015, va consegnata ESCLUSIVAMENTE  e previo appuntamento, al centro prescelto E NON PIU’ ALLA SEDE OPERATIVA DI SENIGALLIA.

La sede operativa di Senigallia era il destinatario della consegna online.

Quest’anno pur mettendo ancora a disposizione il software per la compilazione del modello, non sarà più attiva la funzione di spedizione virtuale online.

 

Apposizione del Visto di Conformità da parte del CAF TFdC per le dichiarazioni 730

Alla luce delle novità legislative introdotte dal decreto semplificazione fiscale recentemente approvato, con l’inasprimento del regime sanzionatorio a carico degli intermediari (CAF e Professionisti iscritti agli Albi) ovvero a causa delle nuove incombenze in materia di privacy e conservazione dati, Le raccomandiamo di provvedere con cura alla redazione della Sua dichiarazione 730, ponendo particolare attenzione in fase di inserimento dei dati alla esatta corrispondenza tra questi ultimi ed i documenti probanti. Nel caso di oneri suddivisi in più anno (es. mutui, ristrutturazioni edilizie, risparmio energetico, ecc..) è obbligatorio consegnare al CAF tutta la documentazione che originariamente ha consentito da detrazione (es. contratti di mutuo, atti di acquisto, fatture, bonifici, allegato E/F di trasmissione all’Enea, ecc..).

La documentazione andrà presentata ad un CAF per il visto di conformità con un metodo tradizionale (anche prima, una volta ricevuta online la documentazione veniva sottoposta a rigoroso controllo, ma a quanto pare adesso il CAF TFdc non se la sente più)-

E’ finita un’epoca,  dopo anni di 730 facile e veloce dovrò tornare a fare la fila al CAF di zona per consegnare 730 e documentazione a mano.

730 online, quello che funzionava veramente non c’è più ultima modifica: 2015-03-27T16:07:28+00:00 da Risparmiainrete

Hai qualcosa da aggiungere ?