2017: nuove normative fiscali sulle modalità di fatturazione.


Le novità fiscali del prossimo anno coinvolgeranno le aziende ed anche i cittadini, in particolare le norme previste dalla legge di stabilità, riguardano le nuove modalità di fatturazione.

Ultimamente si sta parlando molto della fatturazione elettronica, in particolare nel web, dove gli utenti si sono scatenati ponendo diverse domande (talvolta simili) ai professionisti del fisco. Per questo motivo, l’articolo seguente sarà molto utile per chi non ha ancora chiarito alcuni punti principali.

  1. Differenze tra fatturazione elettronica e cartacea?

I dati per compilare la fattura elettronica sono i medesimi della fatturazione cartacea, la differenza principale sta nell’emissione, in quanto, per quella elettronica è richiesta la trasmissione telematica attraverso un sistema di interscambio verso la PA. In particolare, ciò avverrà con specifici strumenti resi disponibili dall’Agenzia dell’Entrate che saranno messi a disposizione gratuitamente. Inoltre, un altro obbligo per il soggetto che emette la fattura elettronica è quello di garantire, attraverso la firma digitale, i seguenti elementi: l’attestazione della data, l’autenticità dell’origine e l’integrità del contenuto.

  1. Chi sono i soggetti obbligati?

La fatturazione elettronica deve essere adottata obbligatoriamente dalle imprese che devono trasmetterla alla PA, tuttavia è consigliata anche per i soggetti non ancora obbligati: privati e B2B, per il quale il fisco prevede la modalità obbligatoria entro il 2020.

  1. Quali sono i vantaggi per chi la sceglie?

l motivi che hanno reso obbligatoria la modalità elettronica sono molteplici, ad esempio, per i privati che la adottano sono previste le seguenti agevolazioni: esclusione della trasmissione dei dati attraverso lo spesometro, esclusione della trasmissione di comunicazioni blacklist, rimborsi entro 3 mesi successivi alla dichiarazione dei redditi, riduzione dei controlli fiscali a 1 anno.

fatturazione elettronica

Un ulteriore vantaggio per chi adotta la fatturazione elettronica sta nella dematerializzazione dei documenti cartacei. Tutti i dati infatti, verranno archiviati in un apposito database per sempre reperibile, in questo modo la velocità di consultazione delle informazioni aumenta, ed il
rischio di perdere documenti importanti diminuisce; il tutto elimina la necessità di sostenere costi di stampa ed evita sprechi di carta, grazie ai nuovi strumenti di archiviazione digitale, resi disponibili da importanti aziende come il Gruppo CMT ( www.gruppocmtrading.it/fatturazione-elettronica/).

2017: nuove normative fiscali sulle modalità di fatturazione. ultima modifica: 2016-10-19T19:32:45+00:00 da Risparmiainrete

Hai qualcosa da aggiungere ?